genitori separati
Dott. Vittorio Vezzetti

Dott. Vittorio Vezzetti

Genitori separati: quali conseguenze per i figli?

INDICE CONTENUTI

1. Introduzione

Genitori separati: quante coppie sposate decidono di separarsi e divorziare?

In molti Paesi europei (e anche in qualche provincia italiana) il numero delle separazioni e dei divorzi raggiunge il 50% del numero dei matrimoni. Negli USA sono coinvolti dalla separazione della coppia genitoriale un milione di minori all’anno. Capita molto spesso che queste separazioni coinvolgano figli minori

In alcuni casi, questo può sicuramente avere anche dei risvolti positivi in quanto i figli non si trovano più quotidianamente coinvolti nei conflitti genitoriali ma, sui grandi numeri, la soddisfazione di vita più alta è sempre quella dei figli di famiglie intatte.

Quello che è comunque sempre importante evitare è che la rottura della coppia non porti con sé i presupposti di eventi precoci avversi dell’infanzia. Questi eventi, detti childhood adversity, sono in grado di influenzare negativamente non solo il funzionamento neuropsicologico ma anche di causare complicanze organiche lungolatenti.

2. Genitori separati: conseguenza sui bambini

La Medicina ha dimostrato che i bambini che da piccoli hanno avuto queste esperienze avverse precoci (soprattutto sotto i 9 anni) sono più inclini ad avere da adulti malattie molto serie: vi possono essere influenze sull’assetto ormonale (specialmente sulla secrezione di cortisolo e di ossitocina), sulla lunghezza dei telomeri (parte terminale e protettiva dei cromosomi), sui livelli di proteine proinfiammatorie e immunomodulatrici con possibili ripercussioni su svariate malattie, sui disturbi della condotta alimentare, sulla struttura e sulla funzionalità di strutture cerebrali quali l’amigdala che è deputata alla gestione emozionale e al decision making.

3. Cosa bisogna evitare in caso di genitori separati

Le situazioni che possiamo ritrovare in ambito di genitori separati in grado di assurgere a ruolo di childhood adversity e che bisogna cercare di evitare nell’interesse dei minori sono principalmente la carenza di una figura genitoriale (sotto un terzo del tempo) e la sua perdita, il conflitto intergenitoriale protratto, la violenza psicologica e la violenza assistita.

 

Leggi altri articoli cliccando qui.

Ti è piaciuto questo articolo?
Condividilo con chi ami 💙

Articolo realizzato da:
Dott. Vittorio Vezzetti
Medico pediatra
4.5/5
Articoli correlati
Video correlati
Altri esperti che parlano di questi argomenti

Serena Lauria

Psicologa clinica e psicoterapeuta

Giuditta Mastrototaro

Pedagogista

Elisa Trezzi

Pedagogista e insegnante di massaggio infantile AIMI

Carol Pizzolante

Arteterapeuta

Samantha Dionisio

Pedagogista e formatrice

Giulia Binaghi

Psicologa clinica e psicoterapeuta dell'età evolutiva

Giada Maccan

Psicologa dello sviluppo

Cinzia Trigiani

Consulente della relazione di coppia e della famiglia

Crea il tuo profilo e ricevi i contenuti adatti alla tua famiglia

Raccontaci di te:

Raccontaci di tuo figlio o figlia:

Crea il tuo profilo e ricevi i contenuti adatti alla tua famiglia

Raccontaci di te:

Raccontaci di tuo figlio o figlia: