MANIPOLA
Maria Grazia Maldarizzi

Maria Grazia Maldarizzi

Mio figlio mi manipola emotivamente?

Tuo figlio ti manipola emotivamente? In questo articolo offriremo dei consigli per frenare i processi di manipolazione da parte di tuo figlio.

Indice

1. Introduzione alla manipolazione emotiva

Nella maggior parte dei casi non lo fanno consapevolmente, almeno non all’inizio.

Ma c’è un punto in cui si rendono conto che questo comportamento permette loro di ottenere certe cose, così diventa sempre più frequente, fino a trasformarsi nel modello di comportamento abituale.

Questo tipo di comportamento fa anche parte dello sviluppo del bambino che trasforma la realtà, inventa storie e sperimenta quanto poter può esercitare a casa o sul genitore.

I bambini imparano l’arte dell’influenza psicologica praticamente dalla nascita, ma hanno anche insegnanti eccellenti – la loro mamma e papà.

2. Perché i nostri figli ci manipolano?

Vi invito alla riflessione. I bambini mentono perché a volte non sentono di avere sufficiente libertà. Dobbiamo accettare che siano distaccati da noi. Se ritengo che il bambino sia di mia proprietà, lo trasformo in un qualcosa che dipende da me e lo rallento nel suo sviluppo.

Mi manipolerà per sfuggire alla mia presa e guadagnare autonomia. Se lo considero un soggetto a sé e riconosco il suo diritto di pensare, decidere, agire ed esprimere i suoi desideri, in modo volontario e indipendente, quali ragioni avrebbe per manipolarmi?

Anzi, spesso sono proprio i genitori a manipolare i figli con premi, lodi o minacce.  Es: “Non avrai il cioccolato se non mangi tutto il primo piatto

Capita che dopo un’intera giornata all’asilo nido, i bambini nelle braccia della mamma o del papà iniziano a piangere.

Subito si pensa al fatto che il proprio figlio possa essere arrabbiato perché è stato lasciato solo ma non è così: ha solo saputo conservare le proprie emozioni e sentimenti tutto il giorno e buttarle fuori appena si sarebbero sentiti al sicuro.

Così loro sentono anche le emozioni che provocano al genitore con questo comportamento. Se un comportamento non scatena una reazione, non verrà ripetuto.  Un bambino si chiede “fino a dove posso spingermi?”.

3. Frenare i processi di manipolazione: consigli

Pensiamo a quando in età più adulta fanno litigare anche i genitori: “Mamma ha detto di si, tu dici di no. Perché sei così autoritario con me?”. Se a ciò conseguirà il litigio genitoriale, vostro figlio capirà che preferite litigare piuttosto che supportarvi nella coppia genitoriale.

Ci sono dei consigli per frenare questi processi di manipolazione.

  • Anticipare l’argomento dando al bambino delle scelte adatte alla sua età;

  • Rivedere le proprie reazioni di fronte a determinati comportamenti del bambino;

  • Dare sempre delle alternative e proporre nel momento giusto delle richieste. La frase dovrebbe essere “Adesso è il momento giusto per….” E non “Lo devi fare e basta”;

  • Valorizzare la sua collaborazione.

4. Conclusione

Non possiamo dimenticare che i due ingredienti fondamentali per educare sono disciplina e amore.

Entrambi devono essere bilanciati.

La disciplina è necessaria e disciplinare significa insegnare, non punire! Non cedere ai suoi tentativi di manipolazione è uno dei migliori regali che potete offrire ai figli.

Mio figlio mi manipola emotivamente?

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con chi ami

Potrebbe interessarti anche: