ciuccio
Dott.ssa Maria Grazia Maldarizzi

Dott.ssa Maria Grazia Maldarizzi

I pro e i contro del ciuccio: 3 consigli

INDICE CONTENUTI

Il ciuccio non viene consigliato nei primi 20-30 giorni di vita, specialmente nei bambini allattati al seno per evitare che interferisca con l’allattamento. Più tardi può essere offerto a scopo consolatorio. Il momento migliore per togliere il ciuccio varia da bambino a bambino. Vediamo insieme qual è l’uso migliore.

1. Introduzione: uso del ciuccio

L’uso del ciuccio è molto discusso. È un argomento molto dibattuto che riguarda non solo la scelta di usarlo ma anche il momento di toglierlo, che tipo di succhietto usare, sia come grandezza che come forma.

La suzione non nutritiva è un’attività naturale che il neonato presenta fin dal grembo materno. La suzione rilassa e calma il bambino nei momenti di pianto inconsolabile e frustrazione, tanto che negli ospedali viene utilizzato durante procedure dolorose e di emergenza perché ha un effetto analgesico.

L’uso del ciuccio è suggerito solo dopo che l’allattamento al seno è stabilizzato poiché influisce sulla produzione del latte, dopo il primo mese di vita è utile offrirlo al bambino nel primo momento del sonno perché si è evidenziato che riduce il rischio della sindrome da morte in culla.

2. 4 consigli sull’utilizzo del ciuccio

Dopo i 2 anni il succhietto dovrebbe essere scoraggiato perché interferisce con lo sviluppo corretto delle strutture oro facciali.

Anche l’uso del succhietto come quello del biberon può sviluppare un’abitudine viziata, per cui è importante farne un uso corretto.

  1. Usare il ciuccio solo dopo che l’alimentazione al seno si è stabilizzata, il succhietto influisce sulla produzione del latte che è data dal desiderio e dalla forza di suzione del bambino.
  2. Non offrire il ciuccio durante il giorno: come per il biberon, distrae il bambino dai giochi e dalle curiosità quotidiane o ancora peggio diventa un’abitudine tenerlo in bocca durante tutte le attività che il bambino svolge.
    Non offrire il succhietto durante il giorno al bambino perché inibisce tutta la fase di conoscenza orale che il bambino fa portando gli oggetti e le manine alla bocca. L’uso del succhietto inibisce l’esplorazione sensoriale creando disordini anche alla normale evoluzione della somministrazione delle diverse consistenze alimentari.
  3. Quando il bambino perde il succhietto non sbrigatevi a reinserirlo in bocca: il piccolo deve fare esperienza di addormentarsi da solo.

3. Ulteriori raccomandazioni

Raccomandazioni per l’uso sicuro dei succhietti

  • Acquistare solo ciucci in confezioni chiuse;
  • Ispezionare il succhietto prima e dopo ogni utilizzo ed eliminare quelli che evidenziano segni di usura;
  • Provare a tirare la parte in silicone verso l’alto, verso destra e verso sinistra per valutarne la resistenza;
  • Non allacciare mai il succhietto a lacci o cordoncini: il bambino potrebbe essere a rischio di strangolamento;
  • Pulire il succhietto prima di ogni utilizzo con acqua calda e sapone delicato.

Ti è piaciuto questo articolo?
Condividilo con chi ami 💙

Articolo realizzato da:
Dott.ssa Maria Grazia Maldarizzi
Pedagogista e docente
4.75/5
Articoli correlati
Video correlati
Altri esperti che parlano di questi argomenti

Paola Cannavò

Psicoterapeuta e pedagogista clinica

Serena Lauria

Psicologa clinica e psicoterapeuta

Francesca A. Boccalari

Psicologa clinica e psicoterapeuta

Costanza Fogazzaro

Psicologa clinica e docente

Mariagiulia Pistone

Psicologa clinica

Elisa Trezzi

Pedagogista e insegnante di massaggio infantile AIMI

Carol Pizzolante

Psicologa clinica e arteterapeuta

Samantha Dionisio

Pedagogista e formatrice

Giulia Binaghi

Psicologa clinica e psicoterapeuta dell'età evolutiva

Giada Maccan

Psicologa dello sviluppo

Cinzia Trigiani

Consulente della relazione di coppia e della famiglia

Crea gratis il tuo profilo e ricevi i contenuti adatti alla tua famiglia

Crea gratis il tuo profilo e ricevi i contenuti adatti alla tua famiglia