Il distacco
Maria Grazia Maldarizzi

Maria Grazia Maldarizzi

Il distacco: “Mamma, papà! Vado alla scuola dell’infanzia!”

Il distacco: “Mamma, papà! Vado alla scuola dell’infanzia!”
Come gestire al meglio il momento della separazione ed il primo periodo a scuola?

Indice

1. Il distacco: come comportarsi

Spesso le difficoltà del dover andare a scuola interessano i genitori che devono essere pronti al distacco e quindi superare i loro pensieri e difficoltà per poter trasmettere al bambino serenità.

La chiave iniziale sarà sicuramente il dialogo: parlare di quello che potrà aspettarsi, dimostrare fiducia nelle maestre, magari conoscere già qualche futuro compagno e incontrarsi al pomeriggio per giocare insieme. Alla scuola dell’infanzia gestite il distacco dicendo al bambino quando lo andrete a prendere.

Non importa non conosca l’orologio, gli mostrerete magari il posizionamento delle lancette così si sentirà rassicurato. Salutatelo con un bacio e andate via senza prolungare troppo questo momento. Al ritiro da scuola esprimete complimenti e se la giornata non sarà andata benissimo, rintracciate sempre elementi di positività da trasmettere.

2. Il distacco: segnali di regressione

Molti bambini potrebbero poi avere segnali di regressione con sintomi in aree non collegati all’evento scuola… Mi viene in mente il sonno, il momento dei pasti o i capricci.

Però se si tratta di regressioni che durano poco, non allarmatevi. Sta solo ricaricando le sue energie e con il vostro supporto presto tornerà allo stadio precedente. Quale sarà il vostro ruolo? Sostenerlo e comprendere i motivi dei suoi sintomi. Sta affrontando una nuova sfida.

3. Il distacco: altri consigli

Se problemi come mal di pancia, brutti sogni, mal di testa continuano nel tempo il primo passo è parlarne con le insegnanti e successivamente con vostro figlio. Si deve discutere con lui dell’importanza della scuola e di quanto si è fieri ed orgogliosi del suo percorso.

Mi raccomando a non effettuare ulteriori pressioni o a trasmettere ansie: si adatterà secondo il proprio ritmo e deve sentirsi in pace e al sicuro soprattutto a casa. Nella scuola dell’infanzia si scoprirà continuamente il nuovo, purché questo sia radicato sulle sicurezze del proprio sé e del nucleo di appartenenza.

L’ambiente della scuola dell’infanzia è un luogo educativo in cui si trovano le prime risposte alla voglia di imparare, di stare con gli altri, di comunicare e di partecipare. E’ un periodo importante perché assimilerà come gestire le nuove situazioni e ciò che imparerà sarà valido per sempre. Voi genitori siate sereni per questa separazione perché i bambini si ambientano piacevolmente in un contesto che si prende cura di loro.

Il distacco: "Mamma, papà! Vado alla scuola dell’infanzia!"

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con chi ami

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on email

Potrebbe interessarti anche:

Hai bisogno di assistenza?

Indicaci l'argomento di tuo interesse e ti forniremo una consulenza gratuita con un nostro esperto!