cervicale
Stefano Cherchi

Stefano Cherchi

Allattamento e dolori alla cervicale e alle spalle

Correlazione tra il dolore e la posizione scorretta di allattamento, esercizi per trarre giovamento dal dolore.

Indice

1. Dolore cervicale in allattamento

Ciao, benvenuta! In questo articolo voglio darti qualche consiglio sulla gestione dei dolori cervicali o alle spalle dovuti all’allattamento.

Non ti spiegherò quali sono le posizioni migliori che hai a disposizione per nutrire il tuo bimbo, ma ciò che dovresti evitare durante la poppata o ciò che avresti dovuto evitare se già soffri dei dolori di cui ti sto parlando.

In ogni caso, non è mai troppo tardi, quindi puoi tranquillamente correggerti a partire da ora se noti qualcosa di errato nel tuo modo di allattare.

2. Dolore cervicale: posizioni da evitare

La posizione e la modalità con cui si attacca il tuo piccolo al seno fanno davvero la differenza.

Innanzitutto devi evitare di essere scomoda nella posizione di allattamento. Questo di solito succede soprattutto quando il tuo bimbo richiede la poppata di notte o quando non sei in casa e quindi presti meno attenzione al gesto.

Uno degli errori più comuni che le mamme fanno è essere scomode, e con il proprio bambino in una posizione poco stabile.

Ad esempio stare seduta sulla punta della poltrona, allattare su una sedia della cucina completamente ripiegata su te stessa o rigida su un divano senza schienale in tensione per il peso di tuo figlio senza nemmeno un cuscino in appoggio.

Queste condizioni non solo ti rendono scomoda in generale, ma possono essere la causa di dolore, soprattutto alle spalle e alla zona cervicale. Stare seduta senza appoggio per la schiena o la testa, alla lunga genera tensioni muscolari molto dolorose.

3. Posizione di allattamento

Piegarsi in avanti verso il bambino impedisce anche il buon posizionamento al seno. Un errore molto frequente è quello di protendersi in avanti, cercando di porgere il seno nella bocca del tuo bambino, appoggiato sulle ginocchia o comunque troppo in basso rispetto al tuo busto. Questo non solo grava sulle tue spalle, ma non è una posizione che agevola la poppata del tuo bimbo.

La cosa migliore è sostenere in modo molto stabile e sicuro tuo figlio, portarlo verso di te e metterti comoda scaricando i gomiti e le spalle su un cuscino dell’allattamento.

Quindi mi raccomando, mettiti comoda, sostieni bene il tuo bambino e fai in modo di rimanere stabile e rilassata.

Puoi inoltre eseguire dei semplici esercizi che adesso vedremo insieme per dare un po’ di agio alle tue spalle e alla zona cervicale.

4. Esercizi per spalle e cervicale

Sdraiati su un tappetino a pancia in su, puoi piegare le ginocchia, il movimento da eseguire consiste nel mantenere la testa appoggiata al tappetino portando il tuo mento in direzione della gola. Vai quindi ad eseguire questo movimento in maniera ritmica. Puoi eseguirlo 10 volte per 3 serie.

Terminato questo esercizio, procurati una pallina da tennis che ti faccia scivolare meglio sul pavimento. Se non ne hai una a portata di mano non è un problema, puoi farne a meno. Quello che devi fare è lasciar scivolare il braccio verso il basso, in questo modo crei uno stretching in questa zona. Non forzare lo stretching inclinando la cervicale o scendendo troppo con il braccio. Puoi ripeterlo per 10 volte per 3 serie, da entrambi i lati.

Un altro esercizio molto utile per aprire la parte toracica consiste nell’elasticizzare il muscolo pettorale.

Questa volta siamo in piedi, appoggia il braccio all’angolo di un muro di casa tua con il palmo della mano rivolto verso il muro e vai a ruotare il tronco fino a sentire una sensazione tirante in questa zona. Mantieni la posizione per 30 secondi e ripeti 3 volte per lato.

Esegui questi esercizi senza mai sorpassare la soglia del fastidio, quindi senza mai arrivare a percepire troppo dolore.

Allattamento e dolori alla cervicale e alle spalle

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con chi ami

Potrebbe interessarti anche:

Hai bisogno di assistenza?

Indicaci l'argomento di tuo interesse e ti forniremo una consulenza gratuita con un nostro esperto!