figli
Claudia De Valeri

Claudia De Valeri

Figli: come convincere il partner ad averne

Capita spesso che nelle coppie un partner desideri un figlio mentre l’altro non ne voglia sapere. Le motivazioni che sottendono la decisione non sono da ricercarsi solo nell’equilibrio relazionale e nel livello di stabilità personale.

Indice

1. Il desiderio di avere dei figli

Il desiderio di diventare genitori è un processo dinamico che lega passato, presente e futuro della persona: è spesso influenzato dalla tipologia di attaccamento sviluppato da ciascun partner ed è interconnesso alla progettualità individuale e di coppia che può essere differente.

Come evitare, quindi, di estorcere un “si”?

Anzitutto, è necessario comunicare al/ alla partner l’intenzione di fare un figlio assieme sulla base di una fiducia indiscussa nelle proprie e altrui capacità, rassicurando la persona circa i propri dubbi sul poter essere un buon genitore; è importante dissipare il timore che avere alle spalle una storia familiare negativa implichi necessariamente che il copione si ripeta.

2. La vita di coppia

In coppia, la reciprocità è fondamentale.

Quindi, se da un lato è bene capire e accettare le decisioni del partner, dall’altro è sano esprimere chiaramente i propri bisogni; dopo aver compreso e detto perché è tanto importante per te diventare genitore, bisogna assicurarsi che passi anche il messaggio “Posso accettarlo, ma spiegami il tuo rifiuto”.

3. Acquisire consapevolezza su sé stessi

A volte è una questione di tempo ed è proficuo aspettare poiché, per quanto presente fisicamente, un/una partner “forzato/a”, faticherà ad esserci affettivamente e/o a prendersi le responsabilità del ruolo.

Quando l’altra metà è irremovibile nel rifiuto ma la propria idea di felicità è imprescindibile dal desiderio di genitorialità, aspettare può rivelarsi comunque inutile e deludente; prima di lacerare un legame, però, è sano acquisire consapevolezze su sé stessi e il/la partner allineando mente, cuore e corpo.

Come convincere il partner ad avere un figlio

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con chi ami

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on email

Potrebbe interessarti anche: