pancione
Stefano Cherchi

Stefano Cherchi

Pancione: strategie per gestire il peso

Strategie: come gestire il peso del pancione nel lavoro e come dare giovamento alla schiena dal peso con l’aiuto del papà.

Indice

1. Gestire il peso del pancione

In questo articolo voglio darti dei consigli pratici per gestire il peso del pancione durante il periodo di gravidanza. Se ti trovi nell’ultimo trimestre questi consigli ti torneranno molto utili, poiché il peso del tuo bimbo è aumentato notevolmente. Se invece sei entrata nel secondo trimestre di dolce attesa potrai comunque usufruirne senza problemi o eventualmente conservarli e utilizzarli tra poche settimane.

Come sai, durante la gravidanza sono davvero tanti i cambiamenti che influenzano il tuo corpo. La crescita delle dimensioni del pancione è sicuramente il cambiamento più visibile all’occhio ed è determinato dall’ingrandimento del tuo bambino all’interno dell’utero. Questo porta ad uno stiramento della pelle e ad un allungamento di tutto quello che è il pacchetto muscolare addominale, ma non solo. Potrebbe aumentare la sensazione di pesantezza e potresti cominciare a percepire un po’ di fatica nella respirazione.

Anche il semplice trasporto del pancione non è proprio una passeggiata. D’altro canto, stare molto seduta comprime la pancia, con conseguenti indolenzimenti che possono sfociare in dolori addominali e problematiche digestive.

2. Cosa puoi fare per migliorare

Quindi che cosa si può fare per migliorare tutto questo?

È sicuramente utile praticare un’attività fisica leggera, seguita da un professionista del settore che ti aiuti a mantenere una certa elasticità e a minimizzare gli inconvenienti.

Se sei una donna che continua a lavorare durante il periodo di dolce attesa, seduta davanti al pc o magari passi semplicemente tante ore della tua giornata in questa posizione, ti consiglio di procurarti e inserire al di sotto del pancione un cuscino con una forma a salsicciotto, modellabile e adattabile alla misura del tuo girovita. Ti sconsiglio di utilizzare i cuscini cervicali preformati a C perché appunto non sono modificabili secondo la forma del tuo addome.

Questo ti serve innanzitutto per concederti un po’ di respiro dal peso della pancia e in secondo luogo la finalità è di rilassare le tante parti del corpo che permettono di sostenere il tuo bimbo in grembo. Infatti la colonna vertebrale, i muscoli e le fasce che la ricoprono svolgono un lavoro continuo di adattamento e modificazione. È bene ogni tanto dargli un po’ di relax.

3. Anche il papà può aiutarti nel gestire il pancione

Non dimentichiamo il papà! Dato che potrebbe sentirsi un po’ escluso come coinvolgimento durante il periodo di gravidanza, in realtà può essere di grande aiuto e ti spiego come. Siediti in posizione semi-seduta con il tuo compagno o marito dietro di te, anche lui in una posizione confortevole.

Volendo se anche lui si siede puoi appoggiarti al suo torace con la tua schiena. Il suo compito sarà molto semplice: con una presa al di sotto del pancione va a spostarlo verso l’alto. Lo può inizialmente mantenere in questa posizione per poi andare ad alzarlo e rilasciarlo in maniere lenta e ritmata. Ecco, non sfruttarlo troppo se no avrà bisogno di un osteopata per la sua schiena.

Ne sarai già a conoscenza, ma ci tengo a ribadirlo. Una posizione confortevole quando sei sdraiata o quando riposi nel letto è quella laterale. In questo modo scarichi ulteriormente il peso del pancione sul materasso.

Pancione: strategie per gestire il peso

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con chi ami

Potrebbe interessarti anche: